Come dovrebbe giocare la Juve di Ferrara.

giu72009

 

 

Al di là degli aspetti anch’essi fondamentali circa la preparazione fisica (una Juve più “muscolare”, vicino a quella lippiana), e la gestione del gruppo (“non sarà la Juve di Diego e di nessun altro”), il modulo di gioco rientra tra gli aspetti più importanti del nuovo corso. Per la prima volta dopo molto tempo si cambia e si torna “all’attacco”. Non più 4-4-2, o almeno per il momento, ma il più spregiudicato con il 4-3-1-2, con Diego alle spalle di due punte. L’acquisto del centrocampista brasiliano “impone” il rifinitore tra le linee, ma nessuno ha ancora sottolineato il “problema” degli incontristi.

Con il centrocampo a tre, la Juve si troverebbe a dover giocare con Camoranesi, Sissoko, e forse D’Agostino. Ferrara infatti vorrebbe giocare col rombo mettendo l’ex Udinese come vertice basso, come registra arretrato “alla Pirlo“, insomma. Ma qui il dilemma addirittura raddoppia: come incontrista puro rimarrebbe il solo Sissoko, relegato però sul centro sinistra; in conseguenza a questo modulo sparirebbe completamente il gioco sulle fasce, visto che gli esterni di centrocampo devono stringere frequentemente le vie centrali, chiamando a supporto gli esterni difensivi per la fase d’attacco (ahimè!).

Per questo motivo c’è da chiedersi se l’acquisto di D’Agostino possa essere un acquisto “vantaggioso“, o se questo giocatore possa portare ad uno squilibrio tattico. Sappiamo che la nostra difesa non è risultata ultimamente così impermeabile, e togliere già un uomo a centrocampo può essere cruciale se non si hanno tre mastini in mezzo (ricordate Conte – Davids – Deschamps?). La dirigenza potrebbe convincersi a promuovere Marchisio definitivamente, sperando in un salto di qualità importante del giovane bianconero, oppure sperare in un anno di grazia di Zanetti, senza infortuni e bagnato dalle miracolose acque di Cocoon.  Ma tutto questo non basta, poichè avremmo solamente tre centrocampisti “validi” per affrontare un intero anno e tre competizioni.

Penso che i tifosi juventini debbano far sentire la propria voce per spronare la società a vendere quei giocatori che non offrono garanzie (vedi Poulsen) per cercare delle nuove alternative. Nella peggiore delle ipotesi, andare alla cieca garantirebbe quasi sicuramente comunque un rendimento pari (o mai inferiore) a quello di Poulsen e Tiago (considerando i 2 anni di quest’ultimo). Tanto vale cercare tra i giovani o provare con lo scambio di prestiti. Qualcosa la società deve fare, e Ferrara dovrà valutare attentamente il suo modulo di gioco. Non basta avere un buon allenatore e fare un modulo d’attacco.

Si fa presto a dire 4-3-1-2!

VOTA ANCHE IL MODULO PIU’ ADATTO ALLA JUVE NEL SONDAGGIO PROPOSTO NELLA COLONNA A FIANCO!

  1. Bravo Ragazzogiugno 8th, 2009
  2. Francysgiugno 8th, 2009
  3. Gloria Juventinagiugno 8th, 2009
  4. gennaroNo Gravatargiugno 8th, 2009
  5. AldoNo Gravatargiugno 14th, 2009
  6. Anonimogiugno 20th, 2009
  7. giampygiugno 21st, 2009

Scrivi un commento

This site is using OpenAvatar based on