Prepartita Fiorentina – Juventus.

apr172011

Definirla la partita della svolta è un po’ esagerato, a poche domeniche dalla fine della stagione, ma battere la la Fiorentina in trasferta, ed ottenere la quarta vittoria consecutiva, può sicuramente dare un preziosissimo contributo a quello che può essere il sogno Champions. Si parla di impresa perchè, prima della vittoria contro il Genoa, la Juve non ne aveva mai ottenute più di due in fila. Questa mancanza di continuità però, ora deve essere tramutata in orgoglio, per dare almeno un senso a questo campionato. Diciamo però he il turno non è tra i più facili, visto che affronteremo una delle rivali storiche (anche lei in questo momento in grande difficoltà), in un classico del calcio italiano, forse mai di così scarso livello qualitativo. Il Franchi per la Juve è ricordo di grandi sfide, successi e delusioni. La Fiorentina, dopo un avvio di stagione sulla scia di quello precedente e troppo tormentato, è riuscita a risalire la china nel girone di ritorno, arrivando addirittura a sperare per un posto in Europa (obiettivo di inizio stagione). Occhio naturalmente all’ex Mutu (sempre determinante), al solito Gila (che tra una voce di mercato e l’altra continua pur sempre a segnare), ed al capitano Montolivo (un altro su cui si fanno insistenti le voci di un suo probabile approdo alla Juve l’anno prossimo).

Di non mancano neanche per la Juve. Basta pensare a Storari, con un trascorso alla squadra di Firenze, e soprattutto Luca Toni. Quest’ultimo, reduce dal secondo gol in campionato con la maglia della Juve, proverà a riconfermarsi, avendo la possibilità di giocare titolare assieme al Re Mida Matri. Del Piero recuperato in questa settimana, siederà soltanto in panchina. Ora, il 4-4-2 di Del Neri con due attaccanti di peso, ha finalmente un senso, dato che sulle fascie di centrocampo e di difesa giocheranno esterni puri: Sorensen (anche se lui è un “adattato”) e Krasic a destra, Grosso e Pepe a sinistra. In mezzo al campo, invece, spazio a Melo e ballottaggio Aquilani-Marchisio, con il primo decisamente favorito. Coppia centrale composta certamente da Barzagli e Bonucci (per l’assenza di Chiellini), che difenderà Buffon, che torna titolare dopo due settimane.

Nessun commento

Comment RSS Trackback URL

Scrivi un commento

This site is using OpenAvatar based on